ua: 23 ott 10

cari sedicenni, cosa dire, -fermo restando il fatto che liquori come gin, rum bianco, tequila, vodka sono molto simili all’acqua e whisky bourbon e rum scuro al the freddo- vedrete che tra breve inzieranno a fioccare gli inviti alle feste de‘ narcos -comunemente detti spacciatori- di fronte ai quali s’apre un nuovo, fiorente, praticamente illimitato mercato: d’altro canto se per lo stato cocaina eroina o birra sono la stessa cosa perché dovrebbe far differenza per essi o per voi, e se si rischia allo stesso modo con tutto è inutile mettersi tanti scrupoli addosso…; -ah, non dimenticate poi di ringraziare i vostri genitori che, avallando la tregua, hanno perpetuato -potrebbe dirsi anche perpetrato- il sultanato di papi sisme ricco di cosí buone e giuste iniziative, e infine potete anche spararvi le pose citando loro -quae nocent docent-

ma guarda un po’ chi s’accoda a ‘sta minchiata: il sindaco di palermo cammarata, uno che siede su quella poltrona da vivo perché combatte come un drago contro la mafia, -che controlla solo dai fondali del mare alla cima dell’etna, ove c’è un’ottima ricezione del segnale da roma-; ora glielo fa sentire lui a ‘sti giovinastri il polso inflessibile dello stato...

all’inizio fu una sensazione; poi vennero i sospetti, -indizi, cose cosí... -oggi v’è certezza: cotroneo è un idiota (Ma non è proibizionismo)